Giorni come questo

Ci sono giorni come questo, quando ho 'un giorno libero', tutto per me, in cui io torno quella 'di prima'. Giorni in cui, per 24 ore o più, mio figlio è con il suo papà, e io sono 'libera' di fare quello che farei se avessi un figlio che può essere lasciato con i nonni, o con la babysitter per una giornata intera. O se non avesse tutti i problemi sensoriali che ha, e potessi portarlo con me nei negozi, al centro, all'ikea.

In questi giorni, 'io' vengo fuori. Il gusto che provo a girare per la mia bellissima Liverpool a piedi, anche se piove. Il fatto di non avere un 'programma della giornata' che mi permette di entrare in un centro benessere e chiedere se hanno posto per un massaggio, e poi aspettare le due ore che mi separano dal mio appuntamento facendo shopping, fermandomi a guardare gli artisti di strada e ascoltare i buskers, quelle persone che hanno il coraggio che non ho avuto io alla loro età, e sfidano le convenzioni sociali per far sapere al mondo che hanno un talento a cui non intendono rinunciare.

Dopo il massaggio, andare nel mio ristorante Italiano preferito e fare un pranzetto delizioso bevendo un bicchiere di vino.

Accettare un invito a cena improvviso e inaspettato da degli amici che non vedevo da tempo, per un motivo o per l'altro, e passare una serata deliziosa.

Bere un paio di bicchieri di vino, mangiare le cose che normalmente non mi concedo nel tentativo di rimanere in una taglia 44.

Ridere, chiaccherare, passeggiare, tornare a casa e anche se e' quasi l'una di notte riorganizzare i mobili del salone, la camera del nanetto, fare una lista mentale di cose da comprare all'ikea domani. Non avere la sveglia domani (anche se alla fine mi sveglio sempre prima delle 6) .

Andare all'ikea e starci anche tutto il giorno, se voglio.

Passare tutto il tempo in cui sono a casa cantando qualunque cose mi passi per la testa. Ascoltare musica dentro casa.

Tutte queste cose sono la me di prima, quando 'non ero una mamma special needs', in alcuni casi quando non ero una mamma e basta.

E quando le faccio, mi accorgo quanto mi mancano. E certe mi mancano proprio. Quando le faccio, mi accorgo come anche sedermi, da sola, a prendere un caffe' in un bar carino del centro mi ricarichi le pile di molto, moltissimo.

Sono giorni come questo che mi permettono di affrontare tutto il resto.

Giorni in cui mi dedico a me, mi ricarico, faccio cose 'normali', mi confondo con tutta la gente del centro.

E vista dall'alto non sono piu' quella mamma che gira in tondo come una pazza e combatte, ogni giorno, per dare al suo nanetto un posto felice nel mondo.

Vista dall'alto, sono solo un puntino come gli altri. Con ll vestito a fiori, la collana di cartone fatta da mia cugina che tutti mi invidiano, il cappello comprato a York. Insomma il puntino più stiloso, ma sempre un puntino.

E in giorni come questo, essere quel puntino, solo, mi piace.

#PDA #autismo #asperger #scuola #ADHD #pathologicaldemandavoidance #sindromedaevitamentoestremodellerichieste #bambiniautistici #inclusion #problemisensoriali #scuolainclusiva #iperattività #integrazione #AHD #pda #genitori #esseregenitori #tempopersestessi #prendititempoperte

Un Po' Su di me...

Perché ho deciso di iniziare questo blog...

Featured Posts
Posts are coming soon
Stay tuned...
Recent Posts