Il PDA nella storia

Ebbene si, ogni tanto su questo blog vi toccheranno dei post un pò più scientifici (ma alla fine mica tanto).

Quando abbiamo scoperto che Roberto era un bambino PDA, io, come ormai sapete, ho iniziato a cercare letteratura in qualuque lingua io parli.

Ma ce n'era solo e soltanto in inglese.

Unica pubblicazione in Italiano, un articolo e un poster di David Wolfgang Vagni che potete trovare qui.

Nella speranza di aiutare i miei genitori, che non parlano inglese a livello scientifico e accademico, a capire questa sindrome e come relazionarcisi, ho iniziato a tradurre qualunque cosa io leggessi e a creare documenti che postessero servire loro da memorandum durante le nostre visite in Italia e le loro in Inghilterra.

Quando poi con la mia tutor abbiamo scoperto che non ci fosse nessuna pubblicazione in spagnolo, e insieme abbiamo avuto l'idea di creare i gruppi FB, il mio blog, il suo sito, lei, che è una psicologa vera, non una mamma impazzita che ha fatto psicologia all'università come me, ha razionalizzato tutta la ricerca che per mesi abbiamo fatto separatamente in un'infografica che racconta la storia dell'autismo relativa al PDA.

Includere tutto lo spettro autistico in un'infografica sarebbe totalmente impossibile, perciò ci si concentra solo su ciò che è direttamente connesso al PDA (la Sindrome di Asperger) , e sulle date chiave dell'ASD.

La ricerca mi ha portato speranza da una parte e un pò di sconforto dall'altra. Perché se è vero che negli ultimi anni le cose sembrano smuoversi per il PDA, e che dal primo studio al riconoscimento ufficiale sono passati meno di 30 anni (50 per la Sindrome di Aperger!), è anche vero che, sebbene questa sindrome sia riconosciuta e diagnosticata sul sito ufficiale del NAS, ancora qui in Inghilterra ci sono dottori e centri che non ritengono che il PDA 'esista'.

E mi chiedo quanto tempo ci metterò io a portarlo in Italia ufficialmente, e farlo riconoscere e diagnosticare. Perché è questo il mio scopo ultimo, fosse l'ultima cosa che faccio, dovessero volerci altri 20 anni.

Perché ogni giorno di più mi accorgo che ce n'è proprio bisogno e che non posso aspettare che qualcun altro decida di prendersi la briga di provarci.

Perché, solo in due mesi di attività del gruppo FB e del blog, ho ricevuto così tante testimonianze di mamme e maestre per cui i miei blog, le tecniche e le infografiche che pubblico, fanno la differenza - in meglio- nella maniera in cui i loro bambini riescono ad affrontare la vita.

Perché mio figlio possa scegliere, se vuole, di andare all'università in un Italia dove la sua patologia è riconosciuta e conosciuta, e non sia ristretto all'unica nazione dove qualcuno sa qualcosa di PDA e possa aiutarlo.

Perché io sono una grossa sostenitrice della massima 'Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo', e non mi fermerò davanti a niente fino al giorno in cui potrò aggiungere a questa infografica un'altra sezione che dice 'PDA riconosciuto e diagnosticato in Italia'.

Buona lettura!

#asperger #sindromedaevitamentoestremodellerichieste #pathologicaldemandavoidance #bambiniautistici #pda #PDA #autismo

Un Po' Su di me...

Perché ho deciso di iniziare questo blog...

Featured Posts
Posts Are Coming Soon
Stay tuned...
Recent Posts
Search By Tags
No tags yet.