Alternanza attività /tempo di ricarica

Siamo in vacanza. 

Per me, a casa, in Sardegna. 

Parenti, amici, spiaggia, cene. 

Tantissimi bambini, cugini e non. 

Complice il lavoro della scuola e il costante uso delle tecniche PDA Roberto ha fatto passi da gigante nell'ultimo anno, comunica molto di più e riesce a giocare anche con bambini estranei, tutti i genitori e gli amici notano una grandissima differenza negli skills sociali e nella sopportazione del "mondo esterno". 

Prima settimana: mare tutti i giorni, cene di famiglia, piazzetta a giocare con i bambini la notte. 

Fine prima settimana: bisogno di una lunga pausa durante la giornata, tra mare e cena. 

Seconda settimana : niente mare.  Roberto è troppo stanco, le attività della prima settimana, sebbene tutte scelte da lui e fatte senza spinte o incoraggiamento, l'hanno mandato in overload. 

E così, passiamo tutto il giorno a casa, con computer e videogiochi, e poi riesce ad uscire tutte le sere per un'attività nel tardo pomeriggio (gonfiabili, parco avventure, etc) e poi per cena con a seguire giocata a pallone in piazzetta. 

Questo è un incredibile passo avanti, confrontato con 2 anni fa in cui su 15 giorni siamo riusciti ad uscire dalla stanza per 3 o 4, o l'anno scorso, in cui abbiamo passato più della metà del tempo a casa. 

È incredibile vedere come le tecniche PDA e il lavoro incessante della scuola stiano dando a mio figlio gli strumenti necessari per essere felice nel 'mondo esterno'. 

Roberto che gioca a pallone (sport che non ama affatto) con bambini sconosciuti. 

Roberto che sta per ore nella stessa casa con le cuginette di 9 e 18 mesi (piccolissime e quindi imprevedibili e, a momenti, molto chiassose). 

Roberto che fa fare un turno a testa sullo switch ad OGNI bambino presente alla cena (8!)

Ma una cosa andrà sempre tenuta in considerazione. 

Il bisogno di avere un luogo sicuro, in cui è presente tutto ciò che aiuta ad abbassare l'ansia e a ricaricarsi. 

La necessità di riempire dinuovo le batrerie attraverso un tempo di ricarica passato in solitudine e davanti a YouTube, i suoi videogiochi, o i suoi film, solo, senza nessuno che parli o si aspetti risposte o interazioni.

Questo momento è indispensabile per ogni PDA, e credo per ogni persona nello spettro ad alto funzionamento, per potersi disintossicare da tutti gli stimoli sensoriali che il mondo si porta dietro, da tutti i compromessi che bisogna fare per esistere e confrontarsi con gli altri, e dalla stanchezza incredibile che l'interazione provoca. 

Più lunga è la vacanza, più, soprattutto dalla metà in poi, ci sarà il bisogno di pause più lunghe e ravvicinate. 

Questo down time, per quanto poco appagante per chi deve rinunciare ad una giornata al mare per accomodarlo, è fondamentale. 

E quindi si, anche oggi niente spiaggia. 

Ma stasera, adventure park e ultima partita di pallone! 

E domani si torna a casa ☺️ 

#pda #pathologicaldemandavoidance #autismo #autismobambini #bambinidifficili #bambinioppositivi #tecnichePDA #ricaricarsi #estate #síndromedaevitamentodellerichieste

Un Po' Su di me...

Perché ho deciso di iniziare questo blog...

Featured Posts
Posts Are Coming Soon
Stay tuned...
Recent Posts
Search By Tags
No tags yet.